Ricerca sui vissuti: ringraziamenti

Prima dell’estate abbiamo concluso la fase della ricerca dedicata ai vissuti di infertilità.

Cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno permesso che questo percorso di ascolto e di conoscenza si compisse.

Ringraziamo in ordine di comparsa temporale sul nostro cammino il prof. Giuseppe de Placido, la dr.ssa Marsia Fausto e il Dr. Alviggi del Centro di Sterilità del Policlinico di Napoli, il Prof. Augusto Giuseppe Ferrari, la dr.ssa Lucia de Santis e il dr. Enrico Papaleo del Centro di Scienze della Natalità del San Raffaele di Milano, la dr.ssa Monica Cattoli di Tecnobios Bologna e le infermiere Stefania e Loredana attive presso la struttura sanitaria di Abano Terme. A Marsia e Lucia un grazie speciale per il notevole supporto organizzativo, tenace e partecipato, senza il quale i due focus di Napoli e Milano non sarebbero stati possibili.

Ringraziamo le donne e gli uomini che ci hanno raccontato la loro esperienza, e ci hanno fatto capire meglio la realtà vissuta dell’infertilità: Angela, Patrizia, Lucio, Sergio, Patrizia, Maria Rosaria, Simone, Roberta, Fabio, Elisabetta, Patricia, Rocco e i 28 pazienti del centro di Abano che hanno risposto ai questionari in forma anonima.

Annunci

0 Responses to “Ricerca sui vissuti: ringraziamenti”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cultura riproduttiva è il sito del progetto di ricerca "Creare e comunicare cultura riproduttiva: azioni informative e preventive dell’infertilità della popolazione giovanile italiana" del LaRiCA dell'Università di Urbino Carlo Bo e sostenuto da un finanziamento dell'Istituto Superiore di Sanità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: