dubbi e curiosità sull’infertilità: l’esperto risponde ai ragazzi

Durante il focus group con una classe quarta di un liceo abbiamo sollecitati le ragazze e i ragazzi coinvolti a porci le loro domande, dubbi e curiosità sulle “vere” cause dell’infertilità, anche sulle apparenti leggende metropolitane sentite al riguardo. Perchè non si può fare prevenzione senza fare prima una sana informazione.

Abbiamo sottoposto questi dubbi e quesiti al prof. Carlo Flamigni, esperto medico riconosciuto di salute riproduttiva, che ci ha dato qui le sue risposte.

La pillola e la pillola del giorno dopo possono portare all’infertilità?

E’ opportuno stabilire cosa si intende per infertilità, perché molti la confondono con la sterilità. Ora la prima è l’incapacità di avere figli vivi e sani ( e la causa più frequente è l’abortività ripetuta)  mentre la seconda è l’incapacità di procreare. Le pillole, sia quelle utilizzate per determinare una condizione di anovulatorietà, che quelle in uso per la contraccezione di emergenza, non hanno niente a che fare con questi due problemi.

Ma il fumo è un rischio per la fertilità? In che misura?

Il fumo peggiora la fertilità maschile, diminuendo il numero di spermatozoi e aumentando la percentuale di spermatozoi anomali: gli uomini che fumano (anche poche sigarette al giorno, ma senza periodi di sospensione) vanno incontro a problemi sessuali di vario tipo, dalle difficoltà di erezione a una diminuzione del desiderio, fino all’anorgasmia (incapacità di avere un orgasmo). Nelle donne il fumo è altrettanto deleterio, poiché anticipa l’età della menopausa (mediamente di un anno circa) aumenta le probabilità di abortire e di avere gravidanze extra-uterine (per anomalie della contrattilità tubarica): le donne gravide fanno bambini più piccoli della media.

Ma è vero che immergendo gli organi genitali alternativamente in acqua calda e fredda si combatte l’infertilità?

Per quanto so, sollecitare con una doccia scozzese l’apparato genitale femminile non serve a molto, abluzioni alternativamente calde e fredde sono indicate solo come prevenzione dei disturbi emorroidari, soprattutto in soggetti predisposti; in soggetti di sesso maschile, le elevate temperature sono sempre controindicate, l’attività funzionale del testicolo è più efficace se il testicolo è tenuto lontano dal corpo, persino questa modesta temperatura in più gli può nuocere. Del resto, lo scroto è costruito per allontanare ulteriormente le gonadi maschili dal corpo quando è caldo ( e viceversa) cosa che fa con mutamenti della sua contrattilità.

I pantaloni troppo stretti sono un rischio per la fertilità?

Tutto quello che blocca i testicoli contro il corpo  – e perciò anche gli slip molto attillati e i sospensori – diminuisce la fertilità dell’uomo, sempre a causa della fisiologia della gonade maschile che, come ho detto, predilige temperature un po’ più basse di quelle del corpo.

Tenere il cellulare nelle tasche dei pantaloni è un rischio per la fertilità?

Ho letto qualcosa in proposito, ma si tratta di chiacchiere, mancano studi seri. In linea di principio mi sembra una bufala.

Grazie al prof. Flamigni per le sue esaurienti risposte!

Annunci

0 Responses to “dubbi e curiosità sull’infertilità: l’esperto risponde ai ragazzi”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cultura riproduttiva è il sito del progetto di ricerca "Creare e comunicare cultura riproduttiva: azioni informative e preventive dell’infertilità della popolazione giovanile italiana" del LaRiCA dell'Università di Urbino Carlo Bo e sostenuto da un finanziamento dell'Istituto Superiore di Sanità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: